**Bertinotti critica premierato come democrazia autoritaria**

Il ruolo del Presidente della Repubblica sta subendo un forte ridimensionamento, ma l’aspetto più importante non è tanto quello dei poteri istituzionali quanto il rapporto tra istituzioni e popolo. Si sta vivendo una profonda crisi della democrazia e della politica, e cercare di risolvere questi problemi attraverso manovre istituzionali è destinato al fallimento, a meno che non ci sia un obiettivo chiaro dietro queste modifiche. Questi cambiamenti potrebbero essere utilizzati come leva per spingere verso una divisione tra il presente e il passato, verso una democrazia più adeguata ai tempi attuali.

La crisi che stiamo vivendo non riguarda solo i poteri del Presidente della Repubblica, ma coinvolge anche il rapporto tra le istituzioni e il popolo. Le acrobazie istituzionali non possono risolvere i problemi profondi che stanno minando la democrazia e la politica. È necessario avere un chiaro obiettivo di miglioramento e progresso, altrimenti qualsiasi modifica sarà destinata al fallimento.

L’uso di manovre istituzionali come strumento per forzare una divisione tra il tempo presente e il passato potrebbe non essere sufficiente per risolvere la crisi che stiamo vivendo. È importante che ogni cambiamento venga motivato da un obiettivo chiaro e che sia orientato verso la costruzione di una democrazia più adatta ai tempi attuali. Solo in questo modo si potrà superare la crisi profonda che sta minando la democrazia e la politica.

Continua la lettura

LE ULTIME NOTIZIE