Slitta a 2024 il voto su MES: tutte le ragioni

Il voto sul Mes, inizialmente previsto per giovedì, è stato confermato come slittato al prossimo anno dal ministro Guido Crosetto durante il Forum Adnkronos. La decisione è stata presa in seguito al dibattito avvenuto oggi tra Giorgia Meloni e Elly Schlein. La premier si trova ad affrontare un tema delicato per la maggioranza e il governo, soprattutto considerando le pressioni dell’opposizione affinché l’Italia ratifichi il meccanismo, visto che è l’unico Paese dell’Unione Europea a non averlo fatto ancora. Tuttavia, respinge le critiche e attacca il Partito Democratico, sottolineando che nonostante fossero al governo per 4 anni, non hanno ratificato l’accordo se era così fondamentale.

La situazione politica attuale pone in evidenza la complessità della questione relativa al voto sul Mes, che è stato rinviato al prossimo anno secondo quanto dichiarato dal ministro Guido Crosetto. In aggiunta, è emerso un confronto tra Giorgia Meloni e Elly Schlein in merito a questo argomento. La premier, a fronte delle pressioni dell’opposizione, si è scontrata con il Pd accusandoli di non aver ratificato l’accordo durante il loro mandato di 4 anni.

La decisione di rimandare il voto sul Mes è stata confermata dal ministro Guido Crosetto durante il Forum Adnkronos e ha suscitato un dibattito tra Giorgia Meloni e Elly Schlein. La premier, inoltre, ha puntato il dito contro il Pd, sottolineando la loro mancata ratifica dell’accordo durante il loro mandato di 4 anni. Questo contesto politico mette in luce l’importanza e la complessità della questione del Mes, che continua a generare tensioni all’interno della maggioranza e dell’opposizione.

Continua la lettura

LE ULTIME NOTIZIE