Giustizia e Nordio: “Separare le carriere non minaccia la democrazia”

Durante il suo intervento al Congresso nazionale forense, il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, ha affrontato il dibattito sulla separazione delle carriere nel sistema giudiziario. Ha risposto alle critiche sostenendo che l’interscambiabilità dei ruoli tra giudice, pm e avvocato è in vigore in Paesi come gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e il Canada, che sono considerati la culla della democrazia.

Secondo Nordio, le preoccupazioni riguardo alla separazione delle carriere che porterebbe il pm sotto il potere esecutivo o che sarebbe un vulnus per la democrazia sono infondate. Ha evidenziato che la pratica dell’interscambiabilità dei ruoli nel sistema giudiziario è stata adottata con successo in Paesi democratici di alto profilo, dimostrando che non compromette la democrazia.

Il ministro ha espresso il suo scetticismo nei confronti delle critiche sulla separazione delle carriere nel sistema giudiziario, sottolineando che Paesi come gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e il Canada hanno dimostrato che questa pratica non solo non compromette la democrazia, ma può anche contribuire a migliorare il funzionamento del sistema giudiziario.

Continua la lettura

LE ULTIME NOTIZIE