Giustizia: FNSI chiede a Mattarella di non firmare legge bavaglio

La Federazione nazionale della Stampa italiana si è espressa contro la legge che vieta la pubblicazione delle ordinanze di custodia cautelare fino alla conclusione delle indagini preliminari o dell’udienza preliminare. Alessandra Costante, segretaria generale della Fnsi, ha annunciato la convocazione di una giunta straordinaria per organizzare la mobilitazione della categoria insieme alla società civile, “contro il nuovo bavaglio al diritto di cronaca rappresentato dal divieto di pubblicare le ordinanze di custodia cautelare”.

Costante ha definito il provvedimento come “liberticida” non solo nei confronti della stampa, ma anche nei confronti dei cittadini che hanno il diritto di essere informati. La Fnsi intende quindi opporsi con tutte le proprie forze a questa limitazione del diritto di informazione.

La legge ha suscitato preoccupazione anche tra i cittadini e la società civile, che si uniranno alla Fnsi nella mobilitazione contro il divieto di pubblicare le ordinanze di custodia cautelare. Questo provvedimento rappresenta un ostacolo alla libertà di stampa e al diritto dei cittadini di essere informati su fatti di pubblico interesse.

Continua la lettura

LE ULTIME NOTIZIE